Cagliari, tra assenti e improponibili ti è andata pure bene

L’aspetto più triste per il Cagliari è che tutto sommato non gli è andata male. Perdere di misura in casa della rivelazione Verona con una formazione che ha rinunciato in partenza a Ekdal (quanto lo stiamo rimpiangendo), Pinilla, Murru e Cossu, e che durante la gara ha perso pure Sau, cioè tutto l’attacco titolare, non è poi una tragedia. Potrebbe diventarlo se si tiene conto che quella rimediata al Bentegodi è la terza sconfitta consecutiva, la quinta in undici incontri; della media di quasi due gol a partita finiti nella porta di Agazzi (mai una volta che sia rimasta inviolata) e della classifica che vede la zona retrocessione ormai a un solo punto.

Vogliamo poi parlare dell’inadeguatezza dei singoli? Rossettini poverino era in marcatura sia su Toni che su Jankovic quando sono andati a rete. E’ vero che portarlo fuori ruolo schierandolo a destra è stata una pazzia della quale non gli si possono attribuire colpe, ma francamente ho perso il conto di quanti avversari diretti hanno esultato finora davanti a lui.

Dessena sulla fascia destra in fase offensiva è un insulto al calcio perché è un giocatore di una pochezza tecnica strabiliante. Può fare il mediano di rottura. E basta. Perché poi esporre Cabrera a queste continue figuracce? A questo punto per assurdo viene da maledire quel gol segnato alla prima giornata all’Atalanta che ce lo spacciò per un giocatore vero. Ma siamo davvero convinti che lui e Ibraimi abbiano più qualità di Marco Mancosu che quest’estate è stato pressoché regalato? Io qualche dubbio ce l’ho. E parlo di Mancosu II, cioè un ragazzo che sarebbe potuto tornare dopo tre buoni campionati in C1 per far parte della rosa, non per partire titolare come i due sopra citati.

Continuando l’elenco degli inadeguati non posso evitare di mettere Nenè. Stare fuori tanto tempo è difficile, d’accordo, ma vedo che Ariaudo quando viene chiamato in causa (e dovrebbe essere chiamato più spesso) la sua parte riesce a farla senza stonare. Il brasiliano è inguardabile di questi tempi. Su Ibarbo non posso che ripetermi, se vogliono esporlo a brutte figure continuino a schierarlo come attaccante nelle alle aree di rigore affollate.

In mezzo a tanta modestia non mi meraviglia che escano voci senza senso come quella dell’eventuale ingaggio di Pea in caso di esonero di Lopez che proprio oggi qualche attenuante ce l’avrebbe. Spero sia un boutade del suo procuratore (ammesso che ce l’abbia). Pea, vi rendete conto? Ma non scherziamo davvero.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Cagliari, tra assenti e improponibili ti è andata pure bene

  1. Siamo sinceri, Lopez è in confusione, la squadra sbiadita e sterile e da due croupier come Cellino e Salerno non c’è da aspettarsi nessuna carta buona.
    E’ il momento di pagare l’immobilismo estivo, le scelte di Oikomonou
    e Ibraimi dopo Cabrera e compagnia, mezzi giocatori senza talento ne’ personalità, tolti Naingo e Conti non abbiamo palleggio, non rifiniamo, la fase conclusiva è una chimera.
    Non vedo l’ora di leggere gli entusiastici commenti domani sull’unione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...