Le alleanze del Cagliari? Meglio quando non ci sono

Chi lo dice che le alleanze nel calcio sono produttive? A giudicare dai risultati ottenuti dal Cagliari con i club amici non si direbbe. Col Milan c’è una sequela di sconfitte in atto da far paura (5 punti ottenuti sugli ultimi 66 in palio tanto per capirci), con l’Udinese di Pozzo (il vero idolo di Cellino) finisce quasi sempre male. Per fortuna nella Roma non c’è più la famiglia Sensi (che peraltro con la sua romanità spiccata regalava un senso di appartenenza ben più gradevole della proprietà attuale), anche questa vicina alla società cagliaritana. Dico per fortuna perché il Cagliari con i giallorossi ci perdeva sempre o quasi (per la verità c’è stata anche qualche rotonda vittoria). Da due anni invece (guardacaso da quando i Sensi hanno ceduto la proprietà) l’Olimpico è diventato terra di conquista, esaltando perfino la meteora El Kabir che in un pomeriggio del primo turno di due anni fa fece sognare seppur brevemente i suoi nuovi supporters isolani. Così domani nonostante il primato giallorosso, la squadra della sorpresa Garcia teme molto questo confronto. Non c’è due senza tre si dice: Conti non vede l’ora!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...