Pagelline rossoblù (15)

Avramov 6

Un po’ nervosetto con Biondini nel finale. Forse rimpiange quei bei pomeriggi in panchina quando guardava gli altri giocare senza alcuno stress e con la possibilità di fumarsi di soppiatto una bella sigaretta.

Pisano 5.5

Non so se sia amante dei tortellini, dei culurgiones o dei gnocchi. Certo è che il suo continuo… rotondeggiare induce a pensare che sia una buona forchetta. A parte un bel cross fa pochino.

Rossettini 5.5

Ormai è un vizio o se preferite un’abitudine pericolosa: i suoi avversari alzano troppo spesso le braccia al cielo. O lo fanno per aerare le ascelle a magari stendere il nostro con un nauseabondo odore di sudore, oppure esultano. Ma se esultano loro, caro il mio lungagnone, il tuo voto non può essere alto.

Astori 6

Tranquillo, rilassato, sereno. Forse troppo.

Avelar 5.5

Spinge poco, un tiro all’attivo.

Conti 6

Contro la squadra che lanciò il padre non infierisce più di tanto.

Dessena 5.5

Passi che non si proponga granché (eccetto un tiro a colpo sicuro rimpallato fortuitamente), ma che si faccia pure picchiare da Kucka non esiste proprio.

Ekdal 6

Non poteva non pagare la lunga assenza, ma rispetto all’Eriksson degli ultimi tempi anche con una gamba sola…

Nainggolan 6,5

Si fa sentire benissimo anche senza alzare la voce. Almeno sulle caviglie avversarie.

Pinilla 6

Giusto per l’impegno.

Sau 7

Due gol che valgono tre punti. Direi che possono bastare.

Cossu 6.5

Come gli altri compagni di panchina entra sul vantaggio numerico ed è quindi avvantaggiato. I suoi lanci non si discutono.

Nenè 6

Quel cattivone di Lopez avrebbe anche potuto confermarlo titolare visto che l’altra volta aveva timbrato nel tabellino. Comunque utile sul gol della vittoria.

Ibraimi 6

Un bel tiro, per il resto è spaesato come un afgano agli Champs Helysee (parlo del guerriero non del levriero). Ma lui è pur sempre un Ibra.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Pagelline rossoblù (15)

  1. Quindi il 6 ad Avramov è in condotta? Come profitto merita almeno quanto il goleador Sau. La parata che ha evitato il raddoppio genoano è stata bellissima e determinante. Ciao Nanni 😉

    • Ciao Maurizio. Forse ho ancora negli occhi le parate di Roma, ma quella sul tiro di Antonelli (l’ho vista anche dalla ripresa da dietro) non era di quelle difficilissime. Il mancino del Genoa per quanto tentasse di angolare non aveva molto specchio di porta da quella posizione e il portiere (ben piazzato peraltro) non ha neanche dovuto tuffarsi per deviare. Bene così comunque, ci mancherebbe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...