Cagliari: arriva Vecino e forse l’erede di Nainggolan è in casa

Sembra che le crescenti speranze di acquistare il Leeds (impresa meno ardua di quanto potesse sembrare pochi giorni fa) abbiano restituito al presidente Cellino l’entusiasmo da troppo tempo sopito. Della qualcosa ne ha beneficiato immediatamente il mercato del Cagliari che si è finalmente mosso in direzione di giocatori interessanti. Dal solito Uruguay arriva in prestito Matias Vecino (1991), giovanotto che la Fiorentina pagò due milioni e mezzo l’altr’anno per acquistarlo del Nacional Montevideo e che per sei mesi ha dovuto tenere in naftalina in quanto già coperta dagli extracomunitari (lui per la verità è un oriundo molisano ma non aveva ancora la documentazione pronta). Dall’inizio della presente stagione Montella lo ha impiegato pochino (6 presenze), ma non si può dire che sia un carneade. Piedi discreti, buona corsa, è subito bene precisare che non ha le caratteristiche di Nainggolan in copertura essendo più un tornante portato a spingere o comunque un centrocampista  portato a offendere.

Non sembra invece che la società stia rincorrendo un sostituto per il buon Radja, anche se paradossalmente potrebbe ritrovarselo in casa. Da Como infatti sta rientrando alla base Marco Piredda (1994), utilizzato solo 2 volte quest’anno per problemi di pubalgia. Piredda, che compirà 20 ad aprile, era un punto di forza della Primavera e già al debutto con i grandi in coppa Italia l’anno scorso fece vedere una bella personalità sia nei 25 minuti giocati contro il Pescara e soprattutto nel quarto d’ora in cui fece sentire i suoi tacchetti ai giocatori della Juventus. Non torna per sostituire il belga andato alla Roma e non si sa bene quando sarà disponibile perché la pubalgia ancor oggi è una brutta bestia per i calciatori (Andrea Cossu finì addirittura in panchina in C col Verona prima di venirne a capo), però può essere un buon punto di partenza per un giocatore che infortuni a parte dovrebbe aver capito la lezione. L’anno scorso infatti oltre alle ben note doti tecniche e temperamentali non mise in mostra la professionalità del caso. Era giovane e probabilmente non aveva capito la fortuna che gli era capitata. Se lontano da casa ha fatto tesoro dell’esperienza il Cagliari potrebbe ritrovarsi un grosso capitale fra le mani e perché no, magari proprio l’erede di Nainggolan.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Cagliari: arriva Vecino e forse l’erede di Nainggolan è in casa

  1. bene bene, forse Cellino deve aver sentito che come riaprono i distinti dopo anni vorrei ritornare a vedere il Cagliari e sicuramente conoscendo il suo buon cuore vorrà farmi un regalino!!!!
    Forza Piredda e forza Cagliari

  2. Concordo su Piredda, ottimo centrocampista di corsa, qualità e grinta, grande personalità e testa…un po’ caldina.
    Speriamo che non sia un altro Ragatzu..persu!
    Comunque i giovani sardi non hanno niente da invidiare da nessuno (e di gare di primavera allievi e giovanissimi nazionali ne ho visto), bisogna avere coraggio e crederci, costruirsi in casa i giocatori è un grandissimo risultato, assolutamente da non sottovalutare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...