La Coppa Italia con le big tira: valorizzarla sarebbe facile

Prima Roma-Juventus, ieri Roma-Napoli. Sarà un caso ma le due partite più sentite dalle nostre parti in questa prima fase stagione si sono giocate in Coppa Italia piuttosto che in campionato. E’ sicuramente una sorpresa considerato quanto sia poco stimata la nostra seconda manifestazione calcistica nazionale, ma fa riflettere il fatto che l’eliminazione diretta (in quest’ultimo caso con partite di andata e ritorno) se ben sfruttata può diventare spettacolare e quindi più richiesta quando ci sono le big. Del resto se in Inghilterra la popolarità della coppa è per certi versi superiore a quella del campionato è proprio per questo motivo. Con questo non voglio arrivare a proporre i play off per l’assegnazione dello scudetto così come avviene in diverse discipline, semmai voglio invitare i nostri organizzatori di Lega e Figc a sfruttare meglio queste opportunità allestendo un calendario per la Coppa Italia che funzioni già dai primi turni con incontri di cartello piuttosto che dai quarti o dalle semifinali. Io credo che se a Cagliari (posto che ci sia uno stadio) piuttosto che a Catania, Brescia o Verona, ad agosto arrivasse il Milan piuttosto che il Molfetta la gente accorerebbe numerosa. Strano che i presidenti solitamente attenti quanto si tratta degli incassi, non ci abbiano fatto caso.  Facciamo un esempio? Tra serie A e B le squadre sono 42. Aggiungiamo le vincenti dei due giorni della C e diventano 44. Facendo giocare subito le big si potrebbe fare l’eliminazione diretta (andata e ritorno) dai sedicesimi di finale. Agli ottavi ne arriverebbero 22, ai quarti 11, alle semifinali 5 più una che per forza di cose verrebbe qualificata per sorteggio. Le tre vincenti delle semifinali si potrebbero affrontare con gare di andata e ritorno in un gironcino all’italiana (questo si può concedere) per ulteriori quattro partite che assegneranno la coppa. A parte il più alto livello rispetto all’attuale, la vincitrice arriverebbe a giocare 12 incontri veri (e non con squadre di categorie inferiori) invece dei 5 che l’anno scorso consentirono alla Lazio di portarsi a casa il trofeo. I tifosi si divertirebbero di più e i presidenti pure visti i maggiori incassi al botteghino e con i diritti radio-tv.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;La Coppa Italia con le big tira: valorizzarla sarebbe facile

    • Certo, sarebbe il massimo. Ma per quello non possiamo decidere solo noi italiani, serve l’ok dell’Uefa. Intanto però Lega e Figc potrebbero cominciare a dare una prima svolta cambiando l’attuale organizzazione più simile a un torneo dei bar che alla seconda manifestazione calcistica nazionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...