Diego Costa caro al Milan

La fine ingloriosa di una stagione da dimenticare. Il Milan esce con le ossa rotte dalla trasferta di Madrid con l’Atletico, e con quattro gol (ancora due dell’implacabile Diego Costa) raccoglie il suo fagotto e torna a casa. Galliani sperava tanto nel miracolo per salvare la stagione fallimentare, ma a ben vedere la scoppola consentirà di non perdere tempo ulteriore per la ricostruzione. Il crollo, a ben vedere, non è solo rossonero ma di tutto il calcio italiano, se si pensa che quella di Seedorf è stata l’ultima formazione fra le nostre ancora in gara. E la qualcosa non può che mettere i brividi al Ct Prandelli che in questi ultimi mesi ha visto crollare le fondamenta su cui aveva ritenuto di costruire la mazionale per i prossimi mondiali. Il ct non può non essersi spaventato per il crollo verticale di Balotelli, la cui figura, dispiace dirlo, stasera è stata davvero barbina. Ma vedendo i vari Emanuelson, De Jong, Robinho ecc., ritengo che il danno maggiore Adriano Galliani lo abbia fatto dando le chiavi di casa a Mino Raiola, il più avveduto degli agenti, che però in questo disastro ha colpe evidenti. Tutto sommato l’unico che non esce a pezzi da questa triste serata rimane Massimiliano Allegri. Lui almeno fino agli ottavi di Champions questa squadra ce l’aveva portata e l’aveva tenuta in vita.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Diego Costa caro al Milan

  1. Prestazione di Balotelli davvero pessima, senza personalità e abulico come spesso gli capita ultimamente…quasi svogliato e senza nerbo, non attaccava neanche briga con gli avversari ma invece se la prendeva con i compagni (che secondo me iniziano a mal sopportarlo da quello che si può vedere in campo).
    Mi auguro che per il bene dell’Italia Prandelli capisca una volta per tutte che è folle pensare di puntare tutto su di lui in Brasile

  2. Non é la fine ingloriosa di una stagione ma di un’epoca. Gli anni scorsi la fine era giá ben visibile e dietro l’angolo, e ne abbiamo anche parlato. Ma dopo questa scoppola salutare spero non sentiremo le fesserie e le scuse di Galliani degli anni scorsi (anche perché lo spediscono a giugno): uscire col Barcellona era un alibi automatica, anche se é sempre stata una bella bugia. La cosa assurda é che hanno continuato fino ad oggi a parlare della Champions come di un’occasione di riscatto. Sarebbero usciti comunque al prossimo turno: sarebbe bastato a riscattare lo scempio portato avanti negli ultimi 3 anni?
    Allegri sta bene dove sta. C’entrava solo in parte con il fallimento, ma ci ha fatto vedere abbastanza per poter dire che non sarebbe c’entrato nulla con la ricostruzione.
    Balotelli é solo la costosa fanfaluca in carattere con l’andazzo della societá: si parla di niente, si costruisce sul niente, non ci si vergogna di niente. Stasera é stato irritante, ma non era neppure la prima volta. Rischia davvero di rovinarci il mondiale, non perché non lo si vinca -ci mancherebbe- ma per il fastidio di dover sopportare un deja vu.

  3. Esattamente il 15 gennaio scorso scrissi che i problemi del Milan erano in buona parte legati all’arrivo di Balottelli ” vero protagonista, in negativo, del modesto campionato del Milan di Allegri. E Balotelli potrebbe rendere difficile anche il cammino della nostra nazionale ai prossimi mondiali. Un solo motivo, senza che qualcuno si scomodi a parlare di razzismo: è indisponente e convinto di essere più bravo dei compagni.” Ieri , a Madrid, non soltanto ha combinato poco o nulla; non soltanto si è beccata l’ammonizione per proteste e atteggiamento strafottente che gli varrà la squalifica; non soltanto pareva un estraneo in campo al quale del risultato non gli importava un bel niente, ma si è perfino permesso di rimproverare un compagno che aveva spedito la palla fuori campo per consentire i soccorsi ad un giocatore dell’Atletico che era rimasto a terra dopo uno scontro. Un bel esempio per i giovani ! C’è da augurarsi che Prandelli ( il Milan è libero di tenerselo) ci rifletta un bel po’ prima di puntare su un così …distratto giocatore ai prossimi mondiali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...