Perché vorrei vedere Conte all’estero

Dico una cosa che farà arrabbiare i tifosi bianconeri e cioè spero che Antonio Conte lasci la Juventus e vada a sedersi su qualche ambita panchina di un club straniero. Perché dentro di me ho una convinzione che non può essere una certezza, e l’unico modo per verificarla è l’avverarsi di quanto sopra. L’impressionante numero di vittorie ottenute dai bianconeri ha regalato a molti l’illusoria sensazione che almeno in Italia (ma lo stiamo vedendo anche in Europa League dove pure le prestazioni non sono state finora dello stesso livello) i bianconeri siano troppi superiori a tutti. Quasi che non ci sia partita. E questo finisce per appiattire i meriti di questa squadra e di questo allenatore che invece ci ha messo molto del suo. L’esultanza a fine partita col Bologna, dopo una vittoria tutt’altro che esaltante, diciamo pure misera confrontando le forze in campo, ci fa capire come dietro tutte queste imprese non ci sia una supremazia schiacciante, ma una continua lotta per arrivare in alto. Ogni successo è una fatica e questo non lo dico per banalizzare i meriti o per dimostrare che sì, insomma, la Juve non è poi questo schiacciasassi che i numeri darebbero a vedere, ma per esaltare il lavoro di un uomo che non da niente per scontato, che suda ogni volta sette camicie per centrare i suoi obiettivi. Per questo ammiro l’ex mediano leccese che Fascetti fece debuttare in serie A a neanche 17 anni, componente di una nidiata d’oro (c’erano Moriero, Garzia e tanti altri) che il buon diesse Mimmo Cataldo aveva costruito dal nulla. Pogba è un campione vero, d’accordo, Vidal un giocatore universale, sicuro.  Pirlo, beh Pirlo non aveva bisogno di andare in bianconero per dimostrare il suo valore, ma Tevez per esempio era dato in forte flessione. Ma siamo sicuri che con un altro tecnico la sete di vittorie di questi uomini sarebbe stata la stessa? Che Barzagli per dirne uno preso a straccu barattu (cioè a due lire) sarebbe diventato insuperabile? Che il rendimento dello stesso Tevez sarebbe stato superiore a quello di un certo Messi. Che Llorente avrebbe assunto le sembianze di Superman? L’unico modo per scoprirlo è far andare via Conte. Ma credo che della mia idea siano anche i dirigenti bianconeri, per cui in qualche modo i tifosi possono stare tranquilli: rimarrà. Salvo che non sia lo stesso Conte a pensare che il suo martellamento piscologico in uno stesso ambiente non possa durare più di tre anni. Tanto tempo fa in questo senso ci fu un predecessore altrettanto illustre, Arrigo Sacchi, che a un certo punto venne sollevato dall’incarico a beneficio di Capello. Il Milan vinse ancora di più. Ma quella è un’altra storia.

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;Perché vorrei vedere Conte all’estero

  1. Solo riguardo al Milan. Vinse di più con capello? Non sono d’accordo perché, se non sbaglio, con Sacchi vinse tre Coppe dei Campioni su quattro.

    • Sacchi vinse di più nei trofei internazionali: 2 Coppe dei Campioni, 2 Intercontinentali, 2 Supercoppe Europee, mentre Capello sollevò 1 Coppa dei Campioni e 1 Supercoppa Europea. Però nel totale vinse più Capello perché ottenne 4 scudetti e 3 Supercoppe italiane contro 1 scudetto e 1 Supercoppa. Numericamente 9 trofei per Capello e 8 per Sacchi, poi si potrebbe obiettare che quelli internazionali valgono di più, come del resto si potrebbe osservare che con Sacchi più che vincere uno scudetto (stesso bilancio di Invernizzi con l’Inter, per citare qualcuno che non è passato certo alla storia) ne perse 3. Con quel po’ po’ di giocatori si limitò allo stretto indispensabile…

  2. Credi che uno come Conte possa riportare una società come il Manchester ( per es) ai livelli di Ferguson? A differenza di Sacchi e Capello mi sembra uno po’ “provinciale” come allenatore. Grande motivatore ma quanto a gioco siamo ancora indietro rispetto alle Spagnole, Inglesi e Tedesche.

    • Certo, a livello europeo non ha ancora dimostrato nulla (ma già una vittoria in Europa League nonostante il fiasco col Galatasaray potrebbe invertire la rotta), però da solo nessun allenatore avrebbe la bacchetta magica per il Manchester Utd così come per nessuna squadra. E’ chiaro che servono anche forti giocatori, tre o quattro di ottimo livello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...