l’Italia affonda e lui sta Immobile in panchina

Per parafrasare il nostro Bizzotto della Rai abbiamo fatto il figuraccia contro il Costa Rica, o se preferite la figuraccia contro la Costa Rica (del resto è o non è la Costa Smeralda? Mai sentito dire il Costa Smeralda se non per il rally). Come vedete non mi affanno poi tanto per la nostra debacle, perché in fin dei conti sia la sconfitta di misura che il pari paradossalmente sono uguali. Contro l’Uruguay per passare il turno ci basterà il pareggio in virtù della differenza reti a noi favorevole con la squadra di Tabarez (se vinciamo il problema non si pone e se perdiamo idem, nel senso che torniamo a casa a nuoto). Non che sia particolarmente ottimista, anche se ho un concetto piuttosto basso della formazione di Tabarez per quello che ha mostrato finora, ma giusto per puntualizzare. Detto che i centroamericani del colombiano Pinto hanno confermato quanto di buono avevano mostrato all’esordio in fase di manovra, e detto anche che se qualcuno avesse pronosticato loro sei punti dopo due partite con qualificazione annessa sarebbe stato interdetto dai pubblici uffici e dal lavoro nei campi, voglio esibirmi nello sport preferito dagli italiani quando le cose vanno male: il tiro al piccione. In questo caso i piccioni sono due e non è servita neppure una fava per prenderli. Mi riferisco a Balotelli e Prandelli. Inutile dire che entrambi ci hanno preso per i fondelli. Il primo ha avuto la strada spianata per diventare protagonista di questi mondiali al punto che il Ct per non fargli ombra ha deliberatamente ignorato Immobile. Il quale  a dispetto del nome non solo non sta mai fermo, ma su quelle due palle gol create per il centravanti del Milan e ignobilmente fallite dallo stesso sarebbe andato a nozze. Che il futuro attaccante del Borussia Dortmund, capocannoniere del campionato abbia giocato solo 20 minuti in due gare è semplicemente autolesionistico. Stasera credo che se il Ct avesse avuto a disposizione dieci cambi non lo avrebbe inserito lo stesso per non fare ombra a Balo. Ed ora in conseguenza di questo mi chiedo se l’obiettivo della nostra nazionale è fare il meglio possibile o se è prioritaria la scelta di non infastidire Balotelli. Perché se così fosse a fare tifo azzurro rimarrebbero solo i fans del milanista. E forse neanche quelli.

Ps (A Bizzotto devo comunque gratitudine eterna perché senza di lui e senza la sua traduzione simultanea non avrei mai potuto scrivere le interviste ai tedeschi campioni del mondo al termine della finale con l’Argentina nel ‘90. Uscirono dagli spogliatoi verso l’una di notte dopo che da un’ora il capo del pool dei quotidiani del gruppo Espresso per i quali ero inviato mi diceva che si doveva andare in stampa. Grazie ancora Stefano).  

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;l’Italia affonda e lui sta Immobile in panchina

  1. Abbiamo fatto la figura dei bolliti: gli altri corrono e palleggiano, noi non azzecchiamo uno stop e camminiamo con Tiago Gotta.
    Lasciamo a casa Criscito e confiniamo Darmian a sinistra per proporre Abate a destra con Chiellini emulo di Spinosi in marcatura su Sanon. .
    Su Mario Balotelli non si sa più cosa dire, instupidito da suo sconfinato egotismo spreca un notevole talento senza mai servire la squadra.
    Immobile langue in panchina; Toni, Pepito Rossi e Florenzi in vacanza…
    Abbiamo convocato i migliori? Abbiamo schierato i meno peggio?
    Comunque io domani mi rifaccio, vado a Narbolia a vedere in un piccolo torneo locale i ragazzi del Cagliari che stanno per passare ai giovanissimi nazionali: parlano molto bene del portiere che mi pare sia di Ovodda e di un attaccante di Tonara…Sarà un bel pomeriggio di calcio genuino condiviso con amici, ne sento proprio il bisogno.

  2. ieri l’ingresso di Cassano non ha prodotto quell’aumento di inventiva e imprevedibilità che Prandelli sperava, ma contro l’Uruguay obbligato a scoprirsi, il barese potrebbe essere l’arma vincente. però dovrebbe giocare dal primo minuto, non stare in panchina, visto che l’hanno convocato.

  3. Io schiererei l’attacco a tre, da destra a sinistra Cerci Balo Insigne e tre a centrocampo, da destra a sinistra Marchisio, Pirlo, Verratti.
    Se Balo caga fuori lo sostituisco con Immobile. Stop. E basta con questa prudenza! Si vede che sono già super zemaniano?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...