Dieci minuti e via: il Cagliari non fa neppure stancare la Roma

Basta una decina di minuti per avere la conferma che il divario tra la Roma e il Cagliari è troppo ampio. Le due squadre giocano lo stesso campionato per modo di dire, in realtà i giallorossi sembrano ancora più quadrati dell’anno passato e non si pongono limiti vincendo con irrisoria facilità (reti di Destro e Florenzi) pur senza schierare diversi titolari, primo fra tutti il capitano Totti che fra una settimana ne compie 38 e quindi il suo impiego va quindi centellinato.Vedendo in campo il duello Maicon-Ibarbo continuo a chiedermi perché il colombiano del Cagliari continui ad essere impiegato in avanti. Ricevendo palla spalle alla porta trova difficoltà enormi, le stesse probabilmente che troverebbe il suo dirimpettaio brasiliano giocando nella stessa posizione. Al contrario partendo da dietro farebbe a mio avviso lo stesso figurone del (ex) nazionale brasiliano. Ma evidentemente la mia è una battaglia persa visto che sono ormai anni che a Cagliari lo vedono come attaccante. Eppure mi viene da credere che al posto dello stralunato Pisano (che succede al selargino quest’anno? Dopo oltre 200 presenze in A sembra stia in campo per caso) avrebbe dato ben altra spinta, tra l’altro liberando un posto per Cossu che è rimasto in panchina per tutta la durata dell’incontro, così a prima vista incredibilmente. Il Cagliari dovrà conquistare i suoi punti in classifica con altri avversari evidentemente, però sarà necessario che almeno contro le pari grado, quando i punti varranno il doppio, tutti i suoi effettivi girino al massimo. Mi riferisco al già citato Pisano e ai nuovi Joao Pedro e Farias, evidentemente molto indietro. Il primo dà l’impressione di non essersi mai allenato in vita sua (per i livelli di questo campionato intendo). Su Farias non vorrei fosse sbagliata la valutazione fatta a monte sul suo valore. Che non sia all’altezza della A insomma. Ma sono state giocate solo tre partite, ogni conclusione sarebbe perlomeno affrettata.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Dieci minuti e via: il Cagliari non fa neppure stancare la Roma

  1. Forse ogni conclusione è affrettata, ma la sterilità dell’attacco è evidente. Il poco filtro del centrocampo è evidente. La difesa, purtroppo da ricostruire, è sotto gli occhi di tutti. Affrontare il campionato con potenziali giocatori futuri, vuol dire pagare lo scotto e inoltre lo schieramento degli anni scorsi, che dava stabilità, è da rifare da riscostruire col nuovo sistema di gioco.
    Ci aspettano grosse delusioni purtroppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...