Il Cagliari che esce dal mercato: rosa sufficiente ma troppo ampia e con gerarchie indefinite. Zola dovrà lavorare sul nuovo ruolo dei senatori

Credo che un allenatore di successo debba possedere fra le altre quattro doti in particolare che cito in ordine sparso: 1) la competenza, 2) la capacità di sapersi vendere bene (in parole poco eleganti di arruffianarsi dirigenti, tifosi e stampa); 3) la capacità di saper gestire al meglio il gruppo che gli viene affidato insaturando rapporti chiari e inevitabili gerarchie; 4) la capacità di trasmettere il proprio credo ottenendo il massimo del rendimento da ogni giocatore. Ci sono allenatori molto bravi sotto il profilo tecnico ma deficitari negli altri campi, e al contrario allenatori che non sono delle cime strategicamente parlando, ma che riescono a toccare le corde giuste dell’amor proprio per ottenere il massimo dai giocatori. Non voglio soffermarmi sulle doti di Gianfranco Zola in panchina anche perché il suo percorso è appena cominciato, certo è che da quel che posso dedurre dopo la chiusura del mercato del Cagliari, Gianfranco dovrà possedere in abbondanza la dote di saper gestire il gruppo che gli è stato affidato. Cosa fattibile ma non semplicissima perché è una rosa che dal punto di vista tecnico non sarà eccellente ma neanche meno attrezzata delle rivali dirette per la salvezza, ma dal punto di vista numerico e delle gerarchie è sicuramente complessa e, per usare un eufemismo, non facilissima da “cavalcare”. Sono arrivati cinque giocatori veri (Brkic, Gonzales, Husbauer, Cop, M’Poku) e ne sono partiti due (Ibarbo e Benedetti) oltre a qualche giovane che non entrava mai in campo e quindi non conta. Questo significa che numericamente ci sono troppi giocatori e che quindi il malcontento è dietro l’angolo per gli esclusi (basti pensare ai tre portieri che diventano quattro col povero Carboni). C’è poi il discorso delle gerarchie non meno delicato. Per un allenatore è molto più facile avere ben delineato un gruppo di così detti titolari e un gruppo che accetta il ruolo di comprimari impegnandosi al massimo per conquistare il posto. Ma non sempre questo avviene quando per riconquistare il posto devono battagliare i “senatori”, cioè i giocatori più rappresentativi che sono stati scalzati per via dell’età e per aver offerto un rendimento inferiore a quello dei più giovani. Per non parlare di aria fritta il mio quesito è il seguente: avranno la giusta mentalità i vari Pisano, Cossu e Conti, ma gli stessi Ceppitelli e Balzano abituati a giocare sempre (dovrei aggiungere Murru ma per quanto promettente non ha fatto ancora nulla) per accettare questo ruolo? Sapranno mettere a disposizione del gruppo la loro esperienza per dispensare i consigli giusti anche quando non dovessero essere impiegati? Se la risposta sarà positiva il Cagliari non avrà problemi a salvarsi.  Ps: mi auguro che il promettente Barella non venga buttato nel dimenticatoio, ma con tutta quella gente la vedo dura.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Il Cagliari che esce dal mercato: rosa sufficiente ma troppo ampia e con gerarchie indefinite. Zola dovrà lavorare sul nuovo ruolo dei senatori

  1. Ciao Nanni, sai la mia posizione geografica, quindi sai anche che le notizie le ricevo con difficoltà. Faccio alcune considerazioni e vorrei il tuo illuminato parere. 14 milioni da Naingolan, 5 milioni da Astori, 15 milioni da Ibarbo (se le cifre sono giuste) Giulini ha incassato o in casserà più o meno quello che ha speso per comprare il Cagliari. Niente di nuovo sotto il sole visto che il buon Cellino per pagarlo si vendette Fonseca se ben ricordo. La seconda questione che vorrei porre alla tua attenzione è la vendita di Ibarbo, non ha giocato neanche una partita nel 2015, infortunato cronico, domenica scorsa neanche in panchina causa infortunio, venduto infortunato e si scopre che ieri ha giocato uno spezzone di partita con la Roma e domenica ce lo troviamo come avversario e magari ci fa un regalo alla Pinilla. Che ne dici di queste mie elucubrazioni Cinesi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...