Zeman o Zola? La penso come Mortillaro

Zeman aveva una media di 0.75 punti a partita, Zola ce l’ha di 0,88. Tradotto: serie B con entrambi. Se in fase offensiva si è visto di peggio (1,31 gol a gara con il boemo, 1,22 col successore), la difesa è un pianto per entrambi. Ma qui sta la sorpresa, perché si è sempre detto che con Zeman quel reparto è un optional. Vero perché la media dei gol subiti è stata di 1,81. Il problema è che Zola è riuscito a fare addirittura peggio con una media tonda tonda di 2 reti subite per incontro. Tradotto per entrambi: la difesa non difende. Andiamo oltre. Nell’ultimo periodo Zeman ha chiuso la sua avventura con una striscia negativa di 4 pareggi e 4 sconfitte senza una vittoria. Zola c’è da meno tempo, ma anche lui grazie a Dio non si fa mancare nulla: un solo punto nelle ultime cinque gare. Alla luce di queste cifre si potrebbe dedurre che il Cagliari di quest’anno è davvero poca cosa e che la retrocessione sarebbe la degna conclusione di una squadra costruita male. Ma se invece la rosa dei giocatori fosse per caso all’altezza e non così i due allenatori, sarebbe autolesionistico “tifare” per la conferma di uno o per il ritorno dell’altro. E allora per quale caspita di motivo a sentire i commenti generali dovremmo tagliarceli da soli senza provare un terzo allenatore, magari uno normale (io ho detto Cagni, potrei aggiungere Reja) che si limita a schierare la squadra in modo equilibrato in campo? Ma soprattutto per quale caspita di motivo dovremmo imbatterci in crociate per difendere l’operato di Zeman e Zola che tanto ci hanno fatto penare fin qui? Non vorrei essere oltraggioso ma chissà perché mi viene in mente professor Mortillaro nel film “La Scuola” splendidamente impersonato dall’attore Roberto Nobile. In sala professori quando gli si chiedeva un giudizio su questo o quell’alunno ripeteva serio:  “C’è chi è nato per studiare e chi è nato per zappare. A zappare, a zappare”.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Zeman o Zola? La penso come Mortillaro

  1. si, ancora una volta tutto vero.
    mi vien da pensare che il problema non sia l’attacco o la difesa quanto il centrocampo.
    da quando è andato via nainggolan e conti si è fermato (non riesce più ad anticipare ma anche ad inseguire gli avversari) manca la copertura per la difesa .
    abbiamo preso una decina di gol con tiri dal limite e spesso gli avversari possono tranquillamente servire gli attaccanti da fuori area senza nessuno che li contrasti (vedi primo gol del verona di domenica per esempio).
    per quanto riguarda l’attacco manca chi offra dei palloni giocabili alle punte e si sprecano i cross dalla tre quarti che raramente fanno scaturire azioni pericolose.
    Ai miei tempi un certo rivera riusciva a far lottare per la classifica dei cannonieri il terzino maldera , oggi il cagliari non è in grado di orchestrare una azione ragionata per mettere un centravanti in condizioni di battere a rete.
    al momento attuale non riesco a immaginare come possa fare il cagliari a salvarsi in quanto penso che stia esprimendo forse il più maldestro gioco di tutta la serie A, con errori tattici ancora più clamorosi di quelli tecnici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...