Reja potrebbe regalare la A al Cagliari per la seconda volta

Il calendario è difficile, Paloschi ha allontanato il Chievo e il gol subito a una manciata di secondi dalla fine sembra voler dire che la fortuna non ci fila. Ma forse tutto sommato è un bene che il Cagliari abbia capito su chi deve fare la corsa per salvarsi. Ora le avversarie sono due e tali  resteranno sino alla fine, salvo improbabili colpi di scena. Atalanta e Cesena vivono opposte sensazioni, ma per motivi diversi non sono imbattibili. Naturalmente la questione prettamente aritmetica fa pensare che i cinque punti di vantaggio dell’Atalanta (4 più il vantaggio negli scontri diretti) la rendano quasi inavvicinabile; e così è infatti. Però il calcio è anche bello perché niente è scontato. Prendiamo l’avvicendamento in panchina tra Colantuono e Reja. Probabilmente è vero che l’allenatore dell’ultima promozione rossoblù in serie A era il migliore fra quelli a disposizione, ma tornando a quanto detto prima, non è detto che il pur esperto Edy fosse il migliore per la piazza di Bergamo in questo momento. Non lo dico perché in due partite non ha ancora vinto (se è per quello non ha neppure perso), ma perché l’Atalanta potrebbe risentire in maniera pesante del cambiamento. Colantuono (allontanato, stando ai si dice, più per il coinvolgimento tutto da chiarire nella vicenda del calcio scommesse che per le quattro sconfitte consecutive) era a Bergamo da circa 200 panchine, ovvero quattro campionati e mezzo, e i suoi giocatori si erano abituati alle sue urla, al suo modo anche poco urbano di ottenere da loro il meglio. Un modo con il quale però riusciva a tenerli sempre sulla corda. Reja è diverso, non vorrei dire mellifluo perché non sarebbe assolutamente vero, ma di certo ha un altro approccio. Non è detto che questo alla lunga non possa acuire una crisi che le cessioni estive di pezzi da novanta come Consigli e Bonaventura, oltre all’appannamento di Denis, aveva già sviluppato. Non c’è alcuna sicurezza in quello che dico, è solo l’appiglio di un tifoso del Cagliari che cerca conforto nelle strane teorie del calcio. A Bergamo ovviamente facciano tutti gli scongiuri del caso.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Reja potrebbe regalare la A al Cagliari per la seconda volta

  1. in questa stagione meno facciamo punti e più riusciamo ad intravvedere spiragli e vie di fuga. diciamo: “la prossima dobbiamo assolutamente vincere altrimenti…”, poi perdiamo in casa o se va bene pareggiamo, ma non facciamo drammi eccessivi e la salvezza tutto sommato ci appare in qualche modo sempre alla portata. ma veramente siamo maturati così tanto come tifosi? e di chi è il merito?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...