Spalletti fallimenti perfetti

E adesso che farà il più spocchioso, presuntuoso, indisponente allenatore italiano? Luciano Spalletti era tornato alla guida della Roma per riportarla in Champions e dopo lo 0-3 di stasera col Porto, con annessa perdita di una trentina di milioni di euro per la società, farebbe bene a nascondersi. Quando arrivò in sostituzione di Garcia con  un contratto da nababbo, la squadra giallorossa era quinta e gli bastò acchiappare il terzo posto finale, impresa tutt’altro che trascendentale visto che nelle due precedenti annate proprio con Garcia erano giunti due secondi posti, perché Spalletti venisse incensato come uno che aveva vinto tutto. Non solo, a Lucianone nostro era stato consentito  ben di peggio, come giubilare un campione del valore di Totti, che faceva entrare solo quando le cose si mettevano male (anche sabato contro l’Udinese lo ha fatto scaldare dopo un’ora sul risultato di 0-0 e una volta trovato il vantaggio l’ha fatto riaccomodare). Chissà se ora mister jimmycreupagu (già mi credo poco per i non sardi) continuerà a farsi domande e darsi risposte in conferenza stampa. E chissà se qualcuno dei colleghi si degnerà di chiedergli conto di tutte le sciocchezze che combina e che dice. Pare che dopo il capitano e De Rossi nel suo mirino sia finito Florenzi. Solo questo dovrebbe far capire quanto sia nemico dei romanisti.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Spalletti fallimenti perfetti

  1. Ormai sono sempre piu’ convinto che una squadra vinca se oltre ad avere un’ottima rosa ha anche un’ottima società. La Roma come l’inter e il milan pecca da questo punto di vista. Spalletti ha sbagliato la partita piu’ importante della stagione. De Rossi centrale lo si poteva fare in caso di necessità 10 anni fa non oggi. Emerson a sinistra è un azzardo visto che ha collezionato si e no una decina di presenze sino a ieri. Annata da dimenticare prima ancora di essere iniziata. Speriamo almeno che siano storditi domenica…..

    • La Roma infierisce sulle avversarie deboli e diventa piccola piccola contro le pari grado. Se ci limiteremo a chiuderci non avremo scampo, se ce le giocheremo senza paura avremo molte più chances

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...