Rastelli e quella fiducia a Storari e Munari: peggio per lui

Il Chievo ha fatto di tutto per non vincere, il Cagliari però è riuscito a fargli cambiare idea. Dice: “Ma che poteva fare il portiere se l’avversario era tutto solo?” Sarà, ma Storari dopo aver tenuto la pessima media di un gol subito ogni 33′ giocati (neanche i Marruocco e Capecchi di salerniana memoria avrebbero potuto far peggio), stavolta l’ha un po’ sollevata solo perchè ha preso un tiro e un gol. Peggio per Rastelli a questo punto che continua a crederci. Credo che il tecnico a prescindere dalle scelte opinabilissime sia destinato a lasciarci le penne in primis per questa fiducia su un giocatore che ha già dato. Ps: giustamente Alessandro mi faceva osservare un’altra fiducia mal riposta del tecnico: quella per Munari. Faccio ammenda per essermene dimenticato, ma questo giocatore ha la capacità unica di passare così inosservato in campo (per questo una volta lo definii “l’uomo invisibile”) che spesso pur senza volerlo faccio a meno di citarlo.

Advertisements

15 Pensieri su &Idquo;Rastelli e quella fiducia a Storari e Munari: peggio per lui

  1. Non sono un fan di Rastelli il quale forse per inesperienza sta commettendo diversi errori su modulo e formazione iniziale (ieri inspiegabile per i profani considerate le molteplici defezioni) e salvo qualche scampolo (contro Atalanta) non ha mai fatto giocare bene la squadra prendendo diverse imbarcate: tuttavia non mi piace tutto questo accanimento esclusivamente nei suoi confronti in primo luogo perché in campo vanno prima di tutto i giocatori, alcuni strapagati per queste latitudini, e soprattutto perché esonerare un allenatore che in pratica ha già conquistato la metà dei punti salvezza necessari ben prima del giro di boa potrebbe in definitiva rivelarsi un pericoloso boomerang.
    Il risultato è l’unica cosa che conta ed i numeri dicono che Rastelli ha fatto pienamente il suo compito.

    • Questo ce lo chiediamo tutti, quell’intervista in cui dice testualmente “non sarà un fenomeno ” (ma ce lo teniamo) di certo non lo aiuta.
      Concordo con Nanni che alla fine capitolerà, ma temo che potrebbe non essere una saggia decisione.
      Oggettivamente bisogna riconoscere poi che gli mancano davvero molti giocatori: Ionita, JP, Murru su tutti a cui si sono aggiunti tachsidis, pisacane, capuano

      • Fra tutti quelli che hai citato il vero problema è l’assenza di Joao Pedro che dopo un anno di apprendistato si è calato nella parte dell’insostituibile che gioca con il Cagliari nel cuore (lo penso davvero). Cos’abbia in testa il presidente francamente me lo chiedo

    • Il primo campanello d’allarme lo sentii in un’amichevole apparentemente di poco valore con l’Amburgo. Notai uno scarsissimo feeling tra lui e Farias che un paio di volte gli allungò la palla sul destro quando poteva servirlo benissimo sul suo piede preferito. Poi Farias è sparito e solo ora ricompare anche per via dell’infortunio (sottolineo quell’anche). Borriello è uno che per mezzi tecnici avrebbe dovuto segnare 200 gol, ma è anche quello che dopo un paio di allenamenti nel suo primo ritiro milanista fece perdere la pazienza a Maldini perchè continuava a chiedergli quali esercizi avesse chiesto l’allenatore visto che era distratto. Mi dicono che nelle due settimane che precedettero la famosa partita di Milano con l’Inter (c’era la sosta per la nazionale) si distinse per allenamenti all’acqua di rose e che fece un inferno dopo aver saputo che sarebbe partito dalla panchina. Ora la domanda la faccio a te: basta avere uno da una decina di gol per stare zitti e subire certi atteggiamenti? Tenuto conto poi che ha l’ingaggio più pesante del Cagliari?

  2. L’unica decisione che non ho condiviso sulla formazione di sabato riguarda l’attacco, non foss’altro per il fatto che era l’unico reparto che non si trovava in emergenza per cui uno tra Borriello e Melchiorri l’avrei preferito a Giannetti (ma probabilmente, ai fini della prestazione, non sarebbe cambiato nulla). Per il resto ho l’impressione che si sia trattato di scelte praticamente obbligate. Su Storari non saprei, non credo che sul gol preso abbia particolari responsabilità (come penso non ne abbia sull’esito finale della gara).
    Alla luce dei tuoi post precedenti sui malumori dello spogliatoio nei confronti di Rastelli mi piacerebbe capire come interpreti la partita con il Chievo. Davvero Rastelli, come da lui sostenuto, non poteva chiedere di più ai suoi o ancora, a tuo parere, qualche elemento gli rema contro nonostante la presa di posizione (un po ambigua a dire il vero) del presidente?

    • Col Chievo non potevano ripetere le scandalose goleade perchè l’avevano fatta troppo sporca e perchè il presidente era dovuto intervenire dopo i sospetti su qualcuno che remava contro (a molti è passata inosservata una dichiarazione di Capozucca che diceva: “ci sono problemi ma non dico quali”). Però seppur di misura si è perso e quindi basta ora una piccola spallata per far crollare il castello (per meglio dire Rastelli). In quanto al presidente mi auguro che abbia imparato la lezione e che in futuro eviti di creare i presupposti perchè l’allenatore di turno venga messo in queste condizioni da qualche giocatore fatto salire troppo in fretta sul piedistallo. E scusami se batto sempre sul tasto degli ingaggi che non stanno nè in cielo nè in terra. Detto questo a Verona per me Rastelli ha dato adito a molte critiche presentando l’ennesima formazione rivoluzionata. Anche lui non lo capisco, fa il professionista da una vita e ancora non ha capito che per mettersi contro la squadra basta non avere punti fermi. Mah!

  3. Questo astio per il povero Munari mi pare esagerato. É giocatore da completamento rosa che ora si trova titolare causa infortuni. Non brilla, ma non gli ho mai visto neanche fare errori clamorosi. Vogliamo invece parlare dell’ultra celebrato e pompato barella? Pappagallescamente descritto come fenomeno, talento da tutti i commentatori. Mai stato decisivo? Mai risolto una partita? Forse discreto giocatore che non vorrei facesse la fine di Ragatzu. Bidone sopravalutato ma pompato perché sardo

  4. Finalmente qualcuno che la pensa su SBARELLA come me…. viene celebrato senza motivo non solo dalla stampa nostrana, ma anche dalle varie tv, a pagamento e non, oltre Tirreno… Mah?!

    • Rispondo a te Andrea e a Eupalla e lo faccio dopo la vittoria con l’Udinese (chiedo scusa per il ritardo). Non mi piacciono le esaltazioni e quindi non credo che i troppi elogi facciano bene a Barella, ma tra lui e Munari non vedo proprio partita. E anche se per assurdo offrissero un rendimento simile farei giocare sempre il più giovane per farne crescere l’esperienza e la quotazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...