Due spallate di Barella e Joao Pedro: per il Cagliari è una impresa inedita

Due parole sulla partita prima di tuffarci nelle cifre con le quali far festa. Il Cagliari l’ha vinta perché così come era successo contro il Crotone ha dimostrato di avere una qualità superiore rispetto agli avversari da un punto di vista soprattutto tecnico. A centrocampo gente come Schiattarella e Viviani non hanno retto il passo al cospetto dei dirimpettai rossoblù lasciando il generoso Mora a predicare nel deserto. Mora che di aspetto agli over 50 potrebbe ricordare il Vendrame degli anni Settanta (ribadisco aspetto, non vorrei essere querelato dallo scrittore di Casarsa della Delizia che aveva grandissima tecnica). Così come a sinistra il giovane Costa ha imparato a sue spese come Padoin, sicuramente tra i migliori, abbia ancora tanta voglia di ben figurare. E se Lazzari aveva tanta birra nelle gambe, la stessa non andava di pari passo con i suoi piedi, tutt’altro che capaci nel gestire il pallone, al punto da non riuscire mai a servire un solo assist ai compagni d’attacco. Anche l’occasione con la palla toccata da Cragno che ha sbattuto sulla traversa era nata da un suo cross sbagliato. Il duello Borriello-Pavoletti è vissuto più nelle intenzioni che nei fatti. L’ex rossoblù ha calciato verso Cragno solo su punizione a risultato ormai segnato, mentre il suo successore ha fallito una buona opportunità di testa con il portiere fuori causa su perfetto assist di Sau (bravo), per poi sfiorare il gol con un sinistro a fil di palo dopo aver raccolto una corta respinta della difesa.
Trovato il primo gol con Barella al 17’, grazie anche a una deviazione che non toglie comunque al ventenne la gioia di finire finalmente sul tabellino dei marcatori, il Cagliari ha capito in fretta che il più era già fatto, e dopo lo splendido raddoppio di Joao Pedro a metà ripresa ha chiuso i conti rischiando di vincere di goleada. Se solo Farias, ieri di nuovo nella sua versione più egoista, non si fosse incaponito a voler segnare a tutti i costi, fallendo quattro buone opportunità di cui due clamorose. Le cifre dunque: i 6 punti in 4 gare significano una proiezione aritmetica a 57 a  fine campionato, il che (lo dico per chi è portato a leggere cose non scritte) non significa che sarà quello l’esito finale, ma piace perlomeno l’idea. Cragno, che negli ultimi minuti è stato bravo a salvare la propria porta dopo una deviazione assassina, ha chiuso imbattuto per la seconda giornata di seguito su 4 giocate, eguagliando il suo record della precedente esperienza cagliaritana, quando però di partite ne fece 14. In quella stagione non prese gol nella vittoriosa trasferta di Empoli per 4-0 e nello 0-0 di Parma. A Ferrara in serie A il Cagliari non aveva mai vinto neanche ai tempi di Riva e Boninsegna (due sconfitte e un pari), ed ha sfatato così un tabù. La squadra di Rastelli ha bloccato anche la serie nera di 5 ko consecutivi in trasferta (tre nel finale della scorsa stagione e due quest’anno) e ha tenuto imbattuta la propria porta dopo 21 gare fuori casa di seguito nelle quali aveva preso almeno un gol. Ultima nota per dare a Rastelli quel che è di Rastelli. Se è vero che la Spal pur perdendo mantiene comunque una dignitosa classifica, guardando la crisi dei suoi colleghi Baroni (Benevento), Pecchia (Verona) e dello stesso Bucchi (pure lui era in B) col Sassuolo che sarà il prossimo avversario mercoledì, bisogna rendere merito all’allenatore del Cagliari per il buon impatto che era riuscito ad avere l’anno passato in classifica quando il debuttante nella massima divisione era lui. Adattarsi alla serie A non è così scontato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...